Liceo Scientifico Tradizionale

Questo è l'indirizzo scientifico ordinario che coniuga l'aspetto scientifico e quello umanistico secondo una scelta di quadro orario ben distribuita. Il liceo scientifico tradizionale predilige le materie scientifico-matematiche per il carico di ore, ma sicuramente dà una cultura umanistica quasi equivalente a quella del liceo classico, con la sola mancanza dello studio del greco. Tale sposalizio di scientifico e umanistico garantisce una preparazione solida ed efficace che può aprirsi a qualunque scelta post diploma, sia di studi che lavorativa. Il termine "tradizionale" non è affatto sinonimo di vecchio o desueto, ma semplicemente è volto a riportare lo studente su di un piano di studi armonioso ed efficace, senza per questo perdere di vista l'uso dei più moderni strumenti multimediali, delle nuove tecnologie e di una didattica sempre rinnovata e al passo con i tempi.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua latina

3

3

3

3

3

Lingua e letteratura inglese

3

3

3

3

3

Storia e geografia

3

3

-

-

-

Storia

-

-

2

2

2

Filosofia

-

-

3

3

3

Matematica

5

5

4

4

4

Fisica

2

2

3

3

3

Scienze naturali

2

2

3

3

3

Disegno e Storia dell'arte

2

2

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione

1

1

1

1

1

Totale

27

27

30

30

30

Liceo Scientifico Scienze applicate

Nell’ambito della programmazione dell’offerta formativa, è attivata l’opzione scienze applicate che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico-tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche e all’informatica e alle loro applicazioni. Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

  • aver appreso concetti, principi e teorie scientifiche anche attraverso esemplificazioni operative di laboratorio;
  • elaborare l’analisi critica dei fenomeni considerati, la riflessione metodologica sulle procedure sperimentali e la ricerca di strategie atte a favorire la scoperta scientifica;
  • analizzare le strutture logiche coinvolte ed i modelli utilizzati nella ricerca scientifica;
  • individuare le caratteristiche e l’apporto dei vari linguaggi (storico-naturali, simbolici, matematici, logici, formali, artificiali);
  • comprendere il ruolo della tecnologia come mediazione fra scienza e vita quotidiana;
  • saper utilizzare gli strumenti informatici in relazione all’analisi dei dati e alla modellizzazione di specifici problemi scientifici e individuare la funzione dell’informatica nello sviluppo scientifico;
  • saper applicare i metodi delle scienze in diversi ambiti.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua e letteratura inglese

3

3

3

3

3

Storia e geografia

3

3

-

-

-

Storia

-

-

2

2

2

Filosofia

-

-

2

2

2

Matematica

5

4

4

4

4

Informatica

2

2

2

2

2

Fisica

2

2

3

3

3

Scienze naturali

3

4

5

5

5

Disegno e Storia dell'arte

2

2

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione

1

1

1

1

1

Totale

27

27

30

30

30

Liceo linguistico

Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità, a maturare le competenze necessarie per acquisire la padronanza comunicativa di tre lingue, oltre l’italiano e per comprendere criticamente l’identità storica e culturale di tradizioni e civiltà diverse. Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

  • avere acquisito in due lingue moderne strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento;
  • avere acquisito in una terza lingua moderna strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento;
  • saper comunicare in tre lingue moderne in vari contesti sociali e in situazioni professionali utilizzando diverse forme testuali;
  • riconoscere in un’ottica comparativa gli elementi strutturali caratterizzanti le lingue studiate ed essere in grado di passare agevolmente da un sistema linguistico all’altro;
  • essere in grado di affrontare in lingua diversa dall’italiano specifici contenuti disciplinari;
  • conoscere le principali caratteristiche culturali dei paesi di cui si è studiata la lingua, attraverso lo studio e l’analisi di opere letterarie, estetiche, visive, musicali, cinematografiche, delle linee fondamentali della loro storia e delle loro tradizioni;
  • sapersi confrontare con la cultura degli altri popoli, avvalendosi delle occasioni di contatto e di scambio.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua latina

2

2

-

-

-

Lingua e cultura straniera 1

4

4

3

3

3

Lingua e cultura straniera 2

3

3

4

4

4

Lingua e cultura straniera 3

3

3

4

4

4

Storia e geografia

3

3

-

-

-

Storia

-

-

2

2

2

Filosofia

-

-

2

2

2

Matematica

3

3

2

2

2

Fisica

-

-

2

2

2

Scienze naturali

2

2

2

2

2

Storia dell'arte

-

-

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione

1

1

1

1

1

Totale

27

27

30

30

30

Istituto tecnico commerciale

Con l'anno scolastico 2010/2011 è entrata in vigore la riforma dell'istruzione secondaria superiore. Il nostro Istituto è diventato un Istituto Tecnico Economico, con l'indirizzo Amministrazione, finanza e marketing.

L'indirizzo Amministrazione, finanza e marketing attraversa tutti i settori produttivi: riguarda attività che interessano qualunque organizzazione aziendale. L'indirizzo conferisce diplomi che sono tra i più richiesti dalle imprese: 75.900 assunzioni nel 2009 (+1% rispetto all’anno precedente).

Le figure più ambite dal mercato del lavoro sono professionisti di grande apertura mentale, con capacità tecniche e culturali costantemente aggiornate, chiamati a proporre ed attuare soluzioni innovative, in grado non solo di mantenere l'azienda sul mercato, ma anche di migliorarne costantemente la performance. Le diverse aree aziendali sono sempre più integrate, perciò le persone devono essere disponibili ad assumere nuovi ruoli organizzativi e a gestire nuove tecnologie per una diversa cultura del lavoro.

L'indirizzo Amministrazione, finanza e marketing offre una solida base culturale e competenze tecniche per operare nel sistema aziendale, utilizzare gli strumenti per il marketing, gestire prodotti assicurativi e finanziari e lavorare nel settore dell’economia sociale.

Dopo il primo biennio, le competenze tecniche e professionali si sviluppano all’interno di tre distinte articolazioni:

Biennio comune

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Italiano

4

4

-

-

-

Storia

2

2

-

-

-

Inglese

3

3

-

-

-

Francese

3

3

-

-

-

Matematica

4

4

-

-

-

Informatica

2

2

-

-

-

Diritto - Economia

2

2

-

-

-

Scienze della terra e biologia

2

2

-

-

-

Fisica

2

-

-

-

-

Chimica

-

2

-

-

-

Geografia

3

3

-

-

-

Scienze motorie e sportive

2

2

-

-

-

Religione

1

1

-

-

-

Totale

32

32

-

-

-

Triennio Amministrazione finanza e marketing

Il tecnico in Amministrazione, finanza e marketing ha competenze specifiche nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo), degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa.

È in grado di:

  • partecipare al lavoro organizzato e di gruppo con responsabilità e contributo personale;
  • operare con flessibilità in vari contesti affrontando il cambiamento;
  • operare per obiettivi e per progetti;
  • documentare opportunamente il proprio lavoro;
  • individuare, selezionare e gestire le fonti di informazione;
  • elaborare, interpretare e rappresentare dati con il ricorso a strumenti informatici;
  • operare con una visione trasversale e sistemica;
  • comunicare con linguaggi appropriati e con codici diversi;
  • comunicare in due lingue straniere anche su argomenti tecnici.

In particolare, è in grado di assumere ruoli e funzioni in relazione a:

  • rilevazione dei fenomeni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili;
  • trattamenti contabili in linea con i principi nazionali ed internazionali;
  • adempimenti di natura fiscale (imposte dirette ed indirette, contributi);
  • trattative contrattuali riferite alle diverse aree funzionali dell’azienda;
  • lettura, redazione e interpretazione dei documenti contabili e finanziari aziendali;
  • controllo della gestione;
  • reporting di analisi e di sintesi;
  • utilizzo di tecnologie e programmi informatici dedicati alla gestione amministrativo/finanziaria.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Italiano

-

-

4

4

4

Storia

-

-

2

2

2

Inglese

-

-

3

3

3

Francese

-

-

3

3

3

Matematica

-

-

3

3

3

Informatica

-

-

2

2

-

Diritto

-

-

3

3

3

Economia politica

-

-

3

2

3

Economia aziendale

-

-

6

7

8

Scienze motorie e Sportive

-

-

2

2

2

Religione

-

-

1

1

1

Totale

-

-

32

32

32

Triennio Relazioni Internazionali per il Marketing

L'articolazione “Relazioni internazionali per il marketing” fa riferimento sia all’ambito della comunicazione aziendale con l’utilizzo di tre lingue straniere e appropriati strumenti tecnologici, sia alla collaborazione nella gestione dei rapporti aziendali nazionali e internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche e vari contesti lavorativi.

Il tecnico in Relazioni internazionali per il marketing ha competenze specifiche nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo), degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa.

È in grado di:

  • partecipare al lavoro organizzato e di gruppo con responsabilità e contributo personale;
  • operare con flessibilità in vari contesti affrontando il cambiamento;
  • operare per obiettivi e per progetti;
  • documentare opportunamente il proprio lavoro;
  • individuare, selezionare e gestire le fonti di informazione;
  • elaborare, interpretare e rappresentare dati con il ricorso a strumenti informatici;
  • operare con una visione trasversale e sistemica;
  • comunicare con linguaggi appropriati e con codici diversi;
  • comunicare in due lingue straniere anche su argomenti tecnici.

In particolare, è in grado di assumere ruoli e funzioni in relazione a:

  • rilevazione dei fenomeni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili;
  • trattamenti contabili in linea con i principi nazionali ed internazionali;
  • adempimenti di natura fiscale (imposte dirette ed indirette, contributi);
  • trattative contrattuali riferite alle diverse aree funzionali dell’azienda;
  • lettura, redazione e interpretazione dei documenti contabili e finanziari aziendali;
  • controllo della gestione;
  • reporting di analisi e di sintesi;
  • utilizzo di tecnologie e programmi informatici dedicati alla gestione amministrativo/finanziaria.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Italiano

-

-

4

4

4

Storia

-

-

2

2

2

Inglese

-

-

3

3

3

Francese

-

-

3

3

3

Tedesco/Spagnolo

-

-

3

3

3

Matematica

-

-

3

3

3

Informatica

-

-

2

2

-

Diritto

-

-

2

2

2

Relazioni internazionali

-

-

2

2

3

Economia aziendale

-

-

5

5

6

Scienze motorie e Sportive

-

-

2

2

2

Religione

-

-

1

1

1

Totale

-

-

32

32

32

Triennio Sistemi Informativi Aziendali

L'articolazione “Sistemi informativi aziendali” fa riferimento sia all’ambito della gestione del sistema informativo aziendale sia alla valutazione, alla scelta e all’adattamento di software applicativi.

Il tecnico in Sistemi informativi aziendali ha competenze specifiche nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo), degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa.

È in grado di:

  • partecipare al lavoro organizzato e di gruppo con responsabilità e contributo personale;
  • operare con flessibilità in vari contesti affrontando il cambiamento;
  • operare per obiettivi e per progetti;
  • documentare opportunamente il proprio lavoro;
  • individuare, selezionare e gestire le fonti di informazione;
  • elaborare, interpretare e rappresentare dati con il ricorso a strumenti informatici;
  • operare con una visione trasversale e sistemica;
  • comunicare con linguaggi appropriati e con codici diversi;
  • comunicare in due lingue straniere anche su argomenti tecnici.

In particolare, è in grado di assumere ruoli e funzioni in relazione a:

  • rilevazione dei fenomeni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili;
  • trattamenti contabili in linea con i principi nazionali ed internazionali;
  • adempimenti di natura fiscale (imposte dirette ed indirette, contributi);
  • trattative contrattuali riferite alle diverse aree funzionali dell’azienda;
  • lettura, redazione e interpretazione dei documenti contabili e finanziari aziendali;
  • controllo della gestione;
  • reporting di analisi e di sintesi;
  • utilizzo di tecnologie e programmi informatici dedicati alla gestione amministrativo/finanziaria.

Materia

1° anno

2° anno

3° anno

4° anno

5° anno

Italiano

-

-

4

4

4

Storia

-

-

2

2

2

Inglese

-

-

3

3

3

Francese

-

-

3

-

-

Matematica

-

-

3

3

3

Informatica

-

-

4

5

5

Diritto

-

-

3

2

2

Economia politica

-

-

3

2

3

Economia aziendale

-

-

4

7

7

Scienze motorie e Sportive

-

-

2

2

2

Religione

-

-

1

1

1

Totale

-

-

32

32

32