Home     Attività

Economi@scuola

Referenti: A. Vitolo 

DAL 6 febbraio 2020

AL 21 febbraio 2020

secondo calendario

I.I.S. Majorana sede Tecnica-Economica

Progetto Economi@scuola

Classi coinvolte: 2 A - 2 B - 2C - 2D - 3A RIM - 3B AFM - 4A RIM - 4B AFM - 4D RIM

Calendario incontri: 

Giovedì 6 febbraio ’20

Martedì 11 febbraio ’20

Giovedì 13 febbraio ’20

Venerdì 21 febbraio ’20


La sezione tecnica con le classi seconde, terze e quarte parteciperà al programma Economi@scuola, la linea didattica del Progetto Diderot della Fondazione CRT realizzata con la FEduF, Fondazione per l’Educazione finanziaria e al Risparmio (costituita dall’ABI). 

Obiettivo: promuovere una cittadinanza economica attiva e consapevole, un approccio valoriale al denaro basato su responsabilità e legalità e una maggiore diffusione di conoscenze e competenze economiche di base.

Il progetto Diderot, offre una duplice opportunità: avvicinarsi in modo creativo e stimolante a discipline non sempre inserite nei programmi curricolari e, nello stesso tempo, approfondire le materie tradizionali con metodologie innovative. 

La linea didattica Economi@scuola vuole sensibilizzare i giovani a un uso consapevole del denaro che, grazie alla tecnologia e ai nuovi dispositivi può oggi essere scambiato online in tempo reale e allo stesso tempo controllato per verificare in ogni momento come è stato speso.

Da un recente instant poll condotto da FEduF sul tema dei pagamenti digitali, su circa 200 ragazzi di età compresa tra 14 e 17 anni è infatti emerso come gli stessi si fidino della tecnologia, ritengano comodo e sicuro l’uso di pagamenti digitali, ma non ne conoscano i meccanismi di tutela e sicurezza.

Il sondaggio rivela, inoltre, che nella quasi totalità dei casi, non c’è propensione a stabilire un budget preventivo di spesa quando si affronta un’esperienza di acquisto online. Ma quanto sono disposti a spendere i nostri ragazzi (14-17 anni) quando comprano online? A questa domanda gli intervistati hanno risposto solo nel 9% dei casi indicando un limite di 100 euro, mentre per la quasi totalità non c’è un tetto di spesa predefinito prima di compiere un acquisto. Per il 61%, infatti, dipende da quello che si cerca, per il 16% qualunque cifra se si trova quello che si vuole e un altro 8% non si pone limiti. Rispetto ai metodi di pagamento i preferiti dai ragazzi per gli acquisti online sono la carta prepagata (35%) e Paypal (30%); seguono carta di credito (15%), contanti alla consegna(10%), wallet su smartphone (3%) e, infine, bitcoin e cryptovalute(2%).